home > Sostenibilità Ambientale > Gestione dell’energia

Gestione dell’energia

Le aziende del Comparto, alcune delle quali facenti parte di gruppi multinazionali, sono particolarmente “energivore”.

Il consumo energetico delle aziende del Comparto nel corso del 2020 è stato pari a 683 milioni di Kwh di energia elettrica (-4% circa rispetto al 2019); tale fabbisogno viene soddisfatto dall’acquisto di energia elettrica dalle reti elettriche nazionali o direttamente da alcuni importanti produttori per il 41% e il restante 59% autoprodotta e consumata dalle aziende stesse.

Nel corso del 2020 le aziende del Comparto hanno inoltre prodotto e venduto 592 milioni di Kwh di energia elettrica in aumento rispetto ai 493 milioni di Kwh prodotti e venduti nel 2019 (+20%).

I prodotti petroliferi ed il gas naturale vengono impiegati principalmente per la produzione di calore necessario ai vari processi produttivi.

L’energia prodotta e consumata supera i 400 mila kWh, pur facendo registrare una diminuzione del 14% a causa di una contrazione del valore della produzione nel Comparto.

 

In termini economici, nel 2020  le aziende del Comparto hanno sostenuto costi per quasi 117,8 Milioni di euro per l’approvvigionamento energetico.

 

L’incidenza del costo dell’energia sul valore della produzione è variato dal 4,85% del 2019 al 6,14% nel 2020 e testimonia l’importanza dell’incidenza di questa componente nei bilanci delle aziende del Comparto.

 

 

 

 

INNIZIATIVE PER IL RISPARMIO ENERGETICO E PER LA RIDUZIONE DEGLI IMPATTI AMBIENTALI

L’attenzione all’efficientamento energetico ha portato le aziende del Comparto ad adottare una serie di iniziative ed innovazioni di processo anche nel 2020 con evidenti benefici sia sul fronte della riduzione dei costi sia su quello dell’impatto ambientale.

Nel corso del 2020, oltre ad investire per mantenere i Sistemi di Gestione Ambientali, le Aziende hanno attuato iniziative per limitare l’impatto ambientale dei propri prodotti e servizi, soprattutto dal punto di vista energetico, ovvero:

  • consolidamento del sistema di gestione dell’energia (SGE) con la certificazione ISO 50001;
  • Installato e messo a regine impianto APATITE CAPTERAL per la riduazione della concentrazione di alluminio nella acque di scarico.
  • Eseguito revamping dell’impianto aria compressa agli effluenti con conseguente risparmio di 3.000 MWh/anno di energia elettrica

Nel 2020, continua il progetto FOR A GREEN WORLD nato nel 2019 da un forte spirito di sostenibilità e realizzato per mettere in atto delle strategie volte a ridurre l’impatto ambientale e a migliorare la qualità di lavoro e di vita delle persone che lavorano nei cantieri e non solo. Questo progetto è rivolto a tutti i collaboratori dell’azienda i quali a Natale hanno ricevuto in regalo un albero. Così è nata la prima foresta Termisol, con ben 1.000 alberi piantumati in Kenya, che avrà la capacità di assorbire circa 65 mila Kg di CO2 annui (quantità di CO2 che basterebbe a riempire ben 339 tir!). La foresta supporta progetti agro-forestali realizzando così ecosistemi sostenibili, crescerà nel tempo aiutando la tutela della biodiversità e assorbendo naturalmente CO2, generando così un beneficio per l’intero pianeta. Gli alberi della foresta di Termisol Termica saranno curati e gestiti da piccole cooperative di contadini in Kenya e i loro frutti aiuteranno a creare nutrimento, formazione, lavoro e reddito della popolazione locale in un’economia circolare. È stata così data vita ad una vera e propria foresta in cui ogni albero racconta la propria storia con foto del trapianto, aggiornamenti sulla propria crescita, racconti dal campo e coordinate GPS in totale trasparenza. La foresta sarà visibile online sul sito Treedom, interattiva e accessibile ad ogni dipendente che voglia seguire la crescita del proprio albero.

Insieme alla possibilità di piantumare un albero, i collaboratori hanno avuto anche la possibilità di vincere 5 city bike messe in palio dall’azienda per incentivare e sensibilizzare le persone sull’importanza di incrementareil trasporto eco-sostenibile. Inoltre, da un’analisi sui consumi di bottigliette di acqua consegnate ai dipendenti è emersa la necessità di voler ridurre il consumo di plastica installando, in ogni cantiere e in sede, degli impianti di erogazione di acqua natuale e consegnando a tutti i collaboratori delle borracce in alluminio.

 

Alcune aziende del Comparto hanno ottenuto negli anni “Certificati bianchi” o più propriamente Titoli di Efficienza Energetica (TEE): si tratta di titoli che certificano i risparmi energetici conseguiti realizzando specifici interventi (es. efficientamento energetico). Implicando il riconoscimento di un contributo economico, rappresentano un incentivo a ridurre il consumo energetico in relazione al bene distribuito. L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG) è l’ente che autorizza l’emissione dei certificati bianchi, gestisce la valutazione economica dei TEE e si occupa del controllo del risparmio energetico ottenuto. Nel corso del 2020 sono stati ottenuti 1.513 certificati bianchi dalle aziende del Comparto relativamente all’installazione di sistemi di cogenerazione con turbine a gas.