home > Sostenibilità Economica > Risultati della nostra gestione

Risultati della nostra gestione

Nel corso del 2017 il Comparto Chimico e Petrolifero ha registrato un andamento del valore della produzione in crescita rispetto al 2016 (+25,5%) pari a 2,4 miliardi di euro: il dato deriva in larga parte dall’aumento complessivo dei ricavi operativi, registrati particolarmente elevati per le aziende Eni e Venator.

Relativamente al 2017, il Valore della Produzione risulta aumentato per 10 aziende rispetto ai valori del 2016, con punte fino a +40%, mentre per 2 aziende si è verificata una diminuzione inferiore o attorno al 27%.

 

Il margine operativo lordo (MOL o EBITDA), indicatore di redditività che evidenzia il reddito di un’azienda basato solo sulla sua gestione caratteristica, al lordo, quindi, di interessi (gestione finanziaria), tasse (gestione fiscale), deprezzamento di beni e ammortamenti –  del totale delle aziende del Comparto, nel 2017 è superiore del 227% rispetto al 2016 e si attesta a 179,9 milioni di euro:

 

 

In particolare, l’aumento del valore della produzione riscontrato per l’anno 2017, pari a +25,5%, ha influito positivamente sul valore finale del Margine Operativo Lordo; inoltre, associando tale dato alle diminuzioni riscontrate negli oneri diversi di gestione e nel costo del personale, si può evincere un aumento complessivo del Margine Operativo Lordo pari al 227% rispetto all’esercizio precedente; il rilevante aumento evidenziato si può ricondurre soprattutto al forte aumento del Valore della Produzione registrato dalla Raffineria.

 

Il risultato del margine operativo lordo è un dato che considera tutte le performance delle Società, rappresentando una situazione media. Le singole Aziende presentano situazioni differenziate in base alla specificità delle produzioni e dell’andamento della gestione annuale.

 

INVESTIMENTI EFFETTUATI

A dimostrazione della solidità e continuità dell’impegno nel settore e nel Comparto, pur in un contesto di contrazione dei volumi economici, le aziende hanno continuato ad investire nel mantenimento e nel miglioramento delle strutture, delle attrezzature e della tecnologia, destinando complessivamente, nel 2017:

 

  • 58,9 milioni di € per le manutenzioni ordinarie e straordinarie.

  • 54,9 milioni di € per spese pluriennali per miglioramenti ambientali e di capacità produttiva

 

 

Nonostante gli importanti investimenti effettuati sia per le manutenzioni ordinarie e straordinarie, che per le spese pluriennali per miglioramenti ambientali e di capacità produttiva, si riscontra una diminuzione rispetto al precedente esercizio, soprattutto perché quell’anno fu realizzata la manutenzione generale programmata alla Raffineria.

 

Tra gli investimenti e le spese per gli impianti, si ricordano un intervento per la riduzione delle emissioni (Venator), e un progetto di efficienza energetica e potenziamento degli impianti (acquisto di un reattore da parte di Ineos).

VALORE ECONOMICO PER IL TERRITORIO

Sommando le spese sostenute direttamente dalle aziende del Comparto a beneficio di persone e soggetti del territorio regionale, emerge come nel 2017 tale valore ammonti a 246,1 milioni di euro, in diminuzione rispetto al 2016, a causa della riduzione degli investimenti e delle manutenzioni effettuate.

 

All’interno della voce Valore Economico per il territorio, rientrano le spese per il personale (praticamente tutto residente nelle province limitrofe agli stabilimenti), le imposte e le tasse locali, i rapporti con le autorità portuali, le spese per gli stabilimenti (come tutela e valorizzazione del patrimonio industriale locale) e le liberalità ad enti ed onlus.