home > Sostenibilità Sociale > Le nostre risorse umane > Salute e sicurezza sui luoghi di lavoro

Salute e sicurezza sui luoghi di lavoro

L’impegno sul tema della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro rappresenta uno dei principali elementi di gestione responsabile per le aziende del Comparto, che perseguono quotidianamente la diffusione di una sempre maggiore cultura della sicurezza e mettono a disposizione risorse umane e finanziarie per raggiungere l’obiettivo zero infortuni; le aziende non si limitano al solo rispetto della normativa, ma adottano impegni volontari e politiche mirate al miglioramento continuo.

In particolare, il 59% delle aziende del Comparto ha implementato sistemi di gestione della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro ai sensi della norma ISO 45001:2018 o OHSAS 18001, implementando cioè dei sistemi che permettono di garantire un adeguato controllo in termini di sicurezza e la salute dei lavoratori, oltre al rispetto delle norme cogenti.

Le aziende del Comparto investono risorse constantemente per migliorare il livello di salute e sicurezza nei propri stabilimenti: nel 2020 hanno investito più di 12 milioni di euro.

 

Nel 2020 le ore di formazione relative a tematiche su salute e sicurezza hanno subito una diminuzione del 19% rispetto a quelle dell’anno precedente e sono state pari a 42.665 ore.

I temi affrontati durante i corsi hanno riguardato principalmente tematiche sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoto, i processi produttivi, l’uso dei macchinari e aggiornamenti normativi specifici di settore come meglio dettagliato nell’immagine seguente.

Le aziende del Comparto sono state storicamente percepite come particolarmente esposte ai temi di salute e sicurezza in ragione della specifica tipologia delle rispettive lavorazioni. In realtà, i settori chimici e petroliferi sono tra i più virtuosi, sia da un punto di vista della messa in opera di procedure innovative per la gestione della prevenzione e della sicurezza, sia in considerazione dell’efficienza e dell’efficacia di tale gestione, confermata dai dati sulla frequenza e sulla gravità degli infortuni, che sono migliori rispetto a molti altri comparti produttivi.

L’obiettivo costante delle aziende rimane quello di “Zero infortuni” all’interno degli stabilimenti; nel 2020 tale obiettivo è stato raggiunto da 15 aziende (esclusi gli infortuni in itinere). Nel 2020 si sono verificati 8 infortuni durante lo svolgimento delle attività lavorative e 4 in itinere.

 

Nel corso del 2020 sono state consolidate varie iniziative per migliorare il livello di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. In particolare:

  • Nella totalità delle aziende oltre alle normali attività di formazione e prevenzione previste in ambito Salute e Sicurezza sul lavoro, sono state adottate tutte le misure contenute nei protocolli di intesa sociale per la prevenzione ed il contrasto alla diffusione del virus Covid-19 nelle aziende, ripianificando l’utilizzo degli spazi, favorendo il lavoro da remoto, adottando se necessario cambiamenti nelle destinazioni d’uso e negli spazi comuni.
  • ENI: attuazione di un “Safety Culture Program” con formazione/sensibilizzazione con metodologia e-learning tramite una serie di video su infortuni occorsi realmente in altri siti Eni (lesson learnt) e avvio della campagna “Eni Safetystarts@home”.
  • TERMISOL TERMICA: nel corso del 2020 sono state consolidate le iniziative pluriennali già implementate. In particolare nell’ambito della BBS (Behaviour based safety) sono state ripianificate: la Safety scorecard individuale per l’incentivazione dei comportamenti proattivi in campo Salute, Sicurezza e Ambiente (HSE) da parte dei dipendenti; il calendario mensile delle formazioni monotematiche su argomenti HSE; e la partecipazione ai programmi e alle iniziative dei singoli Clienti in ambito HSE.

 

SALUTE E SICUREZZA NELLE IMPRESE TERZE

Nel corso del 2020 il numero degli infortuni occorsi ai dipendenti delle imprese terze è pari a un infortunio, come nel corso del 2019; cosi gli indici di gravità e frequenza si presentano con valori in linea nei due anni di riferimento.

 

INIZIATIVE PER LA TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA DEI CONTRACTORS

  • Adozione delle Regole Salvavita (Life Saving Rules LSR), 7 “regole d’oro” per la sicurezza all’interno di INEOS.
  • ENI ha promosso la campagna di sensibilizzazione “IO VIVO SICURO” verso le imprese terze per aumentare la cultura della sicurezza anche al di fuori dalle attività lavorative e la PROVA DEL 9: sviluppo della consapevolezza situazionale come competenza necessaria a ogni lavoratore per gestire il rischio.
  • TERMISOL TERMICA ha implementato una “Safety Tool Box”, ovvero dei box contenenti moltelpici strumenti che permettono di mantenere il livello di sicurezza alto in azienda, o utilizzabili in caso di soccorso.