home > Lettera del Presidente

Lettera del Presidente

L’attenzione ai temi della sostenibilità e lo sviluppo degli strumenti della responsabilità sociale d’impresa sono diventati un fattore imprescindibile nel contesto economico produttivo, non soltanto per rispondere alle grandi problematiche che interessano il nostro pianeta, ma anche per assicurare la competitività delle imprese.

Le imprese con i loro beni e servizi, devono infatti essere sempre più in grado di interpretare i nuovi bisogni e le nuove sensibilità e solo se sapranno realizzare i propri prodotti con minori impatti ambientali e sociali, potranno avere maggiori vantaggi competitivi nel medio-lungo termine.

D’altra parte, il nuovo modello di crescita economica sostenibile, di un’economia più circolare, più efficiente nell’uso delle risorse, a basse emissioni e più inclusiva, non può concretizzarsi senza il contributo delle imprese. Sono infatti l’innovazione e la sua concreta applicazione produttiva che rendono possibile la sostenibilità, come confermato anche dagli obiettivi alla base del Piano Industria 4.0.

La responsabilità sociale d’impresa comporta un approccio sostenibile e condiviso che interessa non soltanto l’innovazione dei processi e dei prodotti, ma anche la strategia, la governance e l’attenzione agli stakeholder.

 

Un’attenzione che il Comparto Chimico e Petrolifero ha prestato costantemente attraverso la realizzazione del Bilancio di Sostenibilità, un’iniziativa di rendicontazione volontaria giunta quest’anno alla diciannovesima edizione. In questi anni, i soggetti istituzionali che sono stati coinvolti – rappresentanti di enti pubblici, organismi di vigilanza e controllo, organizzazioni sindacali dei lavoratori, istituzioni finanziarie, istituti scolastici – e con i quali sono stati condivisi i risultati ed il percorso di miglioramento del progetto, hanno manifestato grande apprezzamento per l’iniziativa, spronandoci a fare crescere il numero delle imprese partecipanti e a diffonderne il più possibile la conoscenza all’interno della comunità socio economica.

 

Grazie agli sforzi profusi per promuovere la cultura della sostenibilità, il Bilancio del Comparto, nato dall’iniziativa di imprese virtuose della provincia di Livorno, ha assunto una dimensione sempre più regionale, coinvolgendo aziende operanti anche in altri territori toscani, con l’obiettivo di allargare progressivamente il perimetro di rendicontazione.

 

L’ulteriore impegno assunto quest’anno dal Comparto Chimico e Petrolifero Toscano è di dedicarsi alla divulgazione del Bilancio di Sostenibilità direttamente presso gli Istituti scolastici superiori, per raccontare ai giovani il valore delle imprese e degli imprenditori e dei lavoratori che operano nel comparto.

 

Comunicare il valore aggiunto prodotto e distribuito dalle imprese sul territorio, far conoscere le buone pratiche di gestione responsabile, pur in presenza di innumerevoli complicazioni  burocratiche che le imprese si trovano quotidianamente ad affrontare, significa diffondere la consapevolezza della cultura d’impresa innovativa e sostenibile, che è fondamentale per garantire il miglior futuro a cui hanno diritto le nuove generazioni.

 

 

Alberto Ricci

 

Presidente Confindustria Livorno Massa Carrara